Secondo le più accreditate stime di settore, il 60% delle piccole-medio imprese italiane è guidato da imprenditori over 60, e di questi il 60% non ha ancora affrontato la questione del passaggio generazionale: tema imprudentemente sottovalutato nell’attuale panorama aziendale, nonostante l’importanza che lo contraddistingue.

E’ una fase inevitabile che si presenta nella vita di ogni azienda: prima o poi qualsiasi imprenditore dovrà necessariamente “passare il testimone”, e si troverà a dover scegliere se lasciare la propria impresa orfana o se, al contrario, assicurarne la continuità.

Per non farsi trovare impreparati, una problematica così complessa necessita di essere affrontata per tempo, al mirato fine di garantire un futuro sicuro alla propria azienda.

Il passaggio generazionale, invero, non deve essere interpretato come un peso da subire, quanto piuttosto come un momento fisiologico della vita di un’impresa, un’ottima occasione per adeguarla alle sfide di un mercato sempre più globale e competitivo.

Ciò richiede un’attività di programmazione anticipata, allo scopo di individuare la strategia migliore per il “passaggio” dell’intero patrimonio aziendale.

Un’adeguata pianificazione consentirà, infatti, di gestire e governare al meglio il trapasso e dovrà avere riguardo alle dinamiche aziendali, tanto quanto a quelle familiari, e tenere in considerazione gli aspetti industriali, legali e fiscali.

Difatti, sarebbe un grande errore ignorare quegli aspetti umani e psicologici che presiedono le relazioni interpersonali all’interno di una famiglia, e che possono vanificare, o quantomeno, ostacolare, le soluzioni tecniche che si offrono al professionista.

Analogamente, l’identificazione ed elaborazione delle soluzioni operative necessita di una correlazione tra ambito legale e fiscale da una parte, e ambito operativo dell’azienda dall’altra, affinché le scelte intraprese trovino una concreta attuabilità, non soltanto su un piano astratto giuridico-economico, ma anche nella quotidianità dell’attività aziendale.

Competenze professionali trasversali in questi settori, conoscenza e utilizzo di adeguati strumenti anche innovativi, possono giocare un ruolo preferenziale nella scelta dei Partners da cui farsi affiancare nella preparazione e conduzione di questo importante momento della storia di una azienda.

di Francesca Solinas